May 30, 2024 07:20 Europe/Rome
  • Rafah, cibo destinato a Gaza marcisce al sole

RAFAH (Pars Today Italian) - Mentre la gente continua a morire letteralmente di fame, scorte di cibo in attesa di entrare nella Striscia di Gaza dall’Egitto marciscono a causa della chiusura del valico di frontiera di Rafah.

Rafah era un punto di ingresso principale per gli aiuti umanitari e per rifornimenti commerciali prima che regime sionista  intensificasse la sua agggressione militare sul lato di Gaza del confine, prendendo il controllo del valico dal lato palestinese.

A causa di questa chiusura, si è accumulato un enorme quantitativo di aiuti tra il lato egiziano del valico e la città di Al-Arish, a circa 45 km ad ovest di Rafah, punto di arrivo delle donazioni di aiuti internazionali.Secondo un camionista, la sua merce era stata caricata sul suo veicolo per un mese, deteriorandosi gradualmente al sole. Alcuni prodotti alimentari vengono scartati, altri venduti a buon mercato.

Le consegne di aiuti a Gaza attraverso Rafah sono iniziate alla fine di ottobre, due settimane dopo l’inizio dell’assalto del regime sionista. Il flusso dei soccorsi è stato spesso rallentato dalle ispezioni israeliane e dall’attività militare all’interno di Gaza. La quantità di aiuti che ha raggiunto i 2,3 milioni di residenti dell’enclave è stata molto inferiore alle necessità.

Secondo i dati delle Nazioni Unite, dal 5 maggio nessun camion ha attraversato Rafah e pochissimi hanno attraversato il valico israeliano di Kerem Abu Salem. La quantità di aiuti in attesa nella parte settentrionale del Sinai in Egitto è ormai molto grande. Centinaia di camion sono rimasti bloccati per più di due mesi, ha dichiarato Khaled Zayed, funzionario della Mezzaluna Rossa egiziana. 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

 

 

 

Tag