Feb 17, 2023 08:35 Europe/Rome

BEIRUT - Il segretario generale degli Hezbollah libanese ha sottolineato che la presenza di milioni di iraniani nelle piazze di tutto il Paese, ...

nella giornata dell'11 febbraio (anniversario della Rivoluzione islamica), è stata una forte risposta ai coloro che sognavano il crollo della Repubblica islamica. Lo riferisce l'Iran Press News che riporta le affermazioni di sayyed Hassan Nasrallah, giovedì sera alla cerimonia di commemorazione del martirio di Ragheb Harb, Abbas Al Mousavi e Imad Mughniyeh, i comandanti della Resistenza islamica. Nasrallah congratulandosi con il popolo iraniano per il 44esimo anniversario della vittoria della rivoluzione islamica, ha detto che i media mainstream in particolar modo quelli occidentali hanno censurato la partecipazione di milioni di iraniani nella giornata del 22 Bahman (calendario persiano) per difendere la loro Repubblica islamica. Questo mentre la presenza di una manciata di persone che protestano da qualche parte, ottiene immediatamente la copertura mediatica di queste agenzie di stampa al soldo dell'imperialismo. Il segretario generale degli Hezbollah libanesi ha tenuto a sottolineare che "chiunque avesse contato sul crollo della Repubblica islamica ha dovuto ammettere che le sue conclusioni sono state del tutto sbagliate". Nasrallah ha aggiunto che "il popolo iraniano con la sua grande dimostrazione dell'11 febbraio ha detto a tutto il mondo che continuerà per il proprio cammino. Le manifestazioni per la rivoluzione islamica sono state la risposta più forte a chi parlava del crollo dell'Iran".

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag